Nel territorio del Comune di Lucca e particolarmente all’interno dell’alveo del fiume Serchio, tra Monte S. Qurico e Ponte S. Pietro, è stata ripetutamente segnalata ed accertata la presenza di cinghiali, che costituiscono un pericolo per le persone che vi transitano sia a piedi che in bicicletta – l’area infatti fa parte del Parco Fluviale del Serchio – e anche nelle zone limitrofe densamente abitate. “Abbiamo avuto segnalazioni di cani che hanno subito attacchi dai cinghiali ed esiste un concreto pericolo per la popolazione, visto che gli animali si spingono sempre più vicino alle case, come segnalano i cittadini. Per ovviare a questa situazione – spiega l’assessore all’ambiente Maurizio Dinelli – la Prefettura, dopo un tavolo di coordinamento con gli enti interessati, ha impartito delle prescrizioni per effettuare interventi di contenimento dei cinghiali nell’area suddetta. A sua volta la Provincia di Lucca individuerà i cacciatori abilitati all’esecuzione degli interventi in possesso dei requisiti previsti dalla legge”.

L’amministrazione Comunale ha quindi emanato un’ordinanza in cui si dispone che nel periodo dal 15 febbraio al 31 marzo vengano effettuati interventi di contenimento dei cinghiali nel territorio comunale compreso tra Monte S. Quirico e Ponte S. Pietro. Durante tali interventi le Forze dell’Ordine dello Stato e la Polizia Municipale dovranno esercitare una vigilanza esterna all’area di intervento, per impedire che persone estranee possano accedere, anche involontariamente, all’area; la Polizia Municipale provvederà a concordare gli interventi con gli altri soggetti coinvolti, al fine di garantire un’opportuna programmazione degli stessi. Gli eventuali animali abbattuti infine, dovranno essere destinati ad Enti di Beneficenza ed assistenza pubblica presenti sul territorio comunale.

Tratto da: LaGazzettadiLucca

Articoli simili:

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)