(Jenne, 22 Feb 12) Le condizioni meteorologiche avverse dei giorni scorsi hanno creato disagio non solo alle popolazioni locali, ma anche alla fauna selvatica che vive nel territorio del Parco Monti Simbruini. In particolare è stato necessario monitorare continuamente la situazione dell’area faunistica del cervo nel comune di Cervara di Roma e del capriolo nel comune di Trevi nel Lazio.

Il Servizio Naturalistico del Parco ha provveduto a foraggiare gli ungulati quotidianamente, raggiungendo i siti a piedi.

Nonostante l’abbondante copertura nevosa (fino a 1 metro nell’area di Cervara di Roma) gli animali delle aree faunistiche sono stati trovati in buone condizioni di salute dal personale del Parco.

In questi giorni, le migliori condizioni meteo, hanno permesso anche di  risistemare le strutture permanenti delle stesse aree, rimuovendo i rami e i tronchi che mettevano a rischio di crollo le reti perimetrali di protezione.

Le Aree Faunistiche sono una risorsa importante per l’Ente Parco, un ‘opportunità per far conoscere ai visitatori gli animali che abitano nella più grande area protetta del Lazio e soprattutto dei centri di attrazione che a breve ospiteranno le visite guidate programmate con le scuole.

Tratto da: Parks

Articoli simili:

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)