Spotorno. “Dopo recenti episodi, che hanno rischiato di creare situazioni di pericolo per la pubblica incolumità, e numerose segnalazioni di animali selvatici (cinghiali e caprioli) pericolosamente vicini al centro urbano, ed alle strade, l’amministrazione comunale ha intrapreso un’opera di sensibilizzazione della popolazione volta a scongiurare potenziali situazioni di pericolo che potrebbero costringere l’amministrazione e gli enti preposti a dover intervenire con soluzioni anche drastiche in nome della pubblica incolumità e della salvaguardia della popolazione”: ad annunciarlo è Mattia Fiorini, assessore all’Ambiente del Comune di Spotorno.

“Come previsto dall’articolo 31 del regolamento di Polizia Urbana, è infatti vietato foraggiare gli animali selvatici – spiega l’assessore – Questo non per scarsa sensibilità verso questi animali, ma anzi, per il loro bene. Il foraggiamento degli animali selvatici fa si che questi si abituino alla presenza umana e si spingano sempre più all’interno delle aree urbane, su strade trafficate ed addirittura sulla passeggiata a mare, ponendo l’incolumità dei cittadini, di automobilisti e ciclisti, e degli stessi animali in pericolo. Questa pratica, oltre che portare a sanzioni sino a 300 euro, mette gli animali selvatici a rischio anziché aiutarli, perché le autorità preposte, come la Provincia, e la stessa amministrazione comunale si potrebbero veder costrette a prendere drastiche decisioni al fine di garantire la sicurezza dei cittadini”.

“Nei prossimi giorni l’Amministrazione affiggerà cartelli nelle zone segnalate, e provvederà ad effettuare controlli a campione. Si prega pertanto la cittadinanza di attenersi al regolamento, che mira a proteggere la fauna selvatica e la pubblica incolumità” è l’esortazione di Fiorini.

Tratto da: IVG

Articoli simili:

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)