Forse saprete già tutto sul capriolo… però potrebbe interessarvi conoscerne i tempi di prelievo nelle diverse realtà territoriali, accompagnati nel viaggio da Ivano Confortini. Insieme a Marco Braga andiamo invece in Appennino, a tirare le somme di un anno venatorio appena concluso, all’insegna della grande crisi… Parliamo tanto di caccia, ma non dimentichiamo il tema sicurezza. Ecco che Ettore Zanon colma questa lacuna evidenziando le prassi da seguire per evitare spiacevoli conseguenze quando si ha la carabina in mano; sempre lo stesso autore ci porta poi in Danimarca, alla scoperta di un Paese dagli interessanti risvolti venatori. Continuiamo poi un argomento iniziato nel precedente numero, questa volta trattato da Stefano Mattioli, di cui riportiamo un interessante commento tecnico relativo al nuovo record nazionale di cervo. E dal canto suo, Davide Pittavino conclude l’interessante serie di scritti riguardanti la determinazione dell’età e del sesso degli ungulati italiani in vita. Massimo Cucca è autore di un coinvolgente racconto in cui la caccia, passione forte e pulsione primordiale, si tinge di un valore ancora più profondo, quello dell’amicizia. I migliori amici dell’uomo, e del cacciatore, sono oggetto delle “memorie” di Rolando Stenghele, presidente del Gruppo conduttori cani da recupero della Provincia autonoma di Trento. Ezio Ferroglio, questo mese, affronta il tema dei tumori negli animali selvatici, mentre Moreno Pellegrin c’insegna quali sono le differenze per prevenire una foto mossa o sfocata. Arriva il momento della tecnica e Danilo Liboi interviene illustrandoci un vero e proprio best seller, la CZ 550. Dopo una breve parentesi, in cui ricorda, in una nota di colore, le tappe salienti della vita di Paul Mauser, Sergio Facchini prende in esame il calibro 30/06 Springfield, fornendo un’interessante retrospettiva storica. Dalla grammatica alla pratica, Danilo Vendrame analizza invece la cartuccia Suprme Ballistic Silvertip. E infine, dal versante ottiche, Danilo Liboi ci presenta il nuovo Kahles 8×42, un binocolo dalla caratteristiche davvero interessanti. Chiudono Luca Bogarelli con il racconto di una coinvolgente cacciata al cedrone e Michelangelo Federici di Garzone sulle tracce di un leopardo, in Africa… Buona lettura!

Articoli simili:

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)