Università del Quèbec e della Svizzera studiano gli ungulati del Parco

Valdieri – Non è certo per vezzo che alcuni camosci e stambecchi del Parco delle Alpi Marittime portano orecchini dai colori vivaci. Della biologia e del comportamento di queste due specie diffuse e comuni sull’arco alpino ci sono ancora molti aspetti ignoti. Ed è per svelarli che sono stati attivati progetti di ricerca che prevedono la marcatura auricolare.
Il camoscio alpino, simbolo del Parco delle Marittime, è oggetto di studio dell’Università di Sherbrooke. I canadesi francofoni hanno individuato quale area di ricerca il Vallone di Valasco, a monte delle Terme di Valdieri. Sul vasto pianoro a 1760 metri di quota sono stati installati un recinto per la cattura degli animali e delle gabbie. I camosci selezionati e prelevati dai guardiaparco e dagli studiosi vengono dotati di radio collare e marche auricolari in diverse combinazioni di colore che permetteranno di riconoscere i singoli individui sul territorio.
Dello stambecco, animale reintrodotto in un numero limitato di capi dal Gran Paradiso negli anni Venti del secolo scorso, si occupa l’Institute of Evolutionary Biology and Environmental Studies dell’Università di Zurigo. Lo studio finalizzato a migliorare le conoscenze genetiche della specie si svolge sull’area transfrontaliera dei Parchi delle Marittime e del Mercantour che coadiuvano attivamente i ricercatori svizzeri. A maggio scorso con la tecnica della tele anestesia il personale del Parco ha catturato 42 stambecchi cui sono stati effettuati i prelievi di sangue necessari per le analisi e gli sono state applicate delle marche auricolari. Queste marche serviranno a seguire gli animali nei loro spostamenti e a ricavare dati sulla frequentazione del territorio. Informazioni necessarie per la tutela e la gestione della specie.
Per entrambe i progetti è molto utile la collaborazione degli escursionisti che potranno segnalare al Parco le osservazioni (info@parcoalpimarittime.it) inviando fotografie degli animali e l’apposita scheda (scaricabile dal sito Internet, sezione pubblicazioni).

Tratto da: Grandain

Articoli simili:

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)