Tra le attrazioni estive di successo a Spotorno (SV), da qualche tempo si annovera l’appuntamento serale al quale affluiscono i turisti, non solo del vicino campeggio, in via Magiarda, dove arrivano tre femmine di cinghiale con diversi cuccioli a mangiare il cibo loro offerto; i turisti fotografano gli animali, particolarmente mansueti al punto che le mamme lasciano che i bambini accarezzino i cuccioli.

Lo spettacolo ha però creato il malcontento di un paio di residenti, che hanno denunciato al comune la situazione, con il sindaco che ha addirittura chiesto l’intervento del Prefetto e della Provincia; sembra così che ieri vi sia stato un sopralluogo della Polizia Provinciale per vedere dove sistemare le gabbie per catturare gli animali e fucilarli.

Di fronte a tale discutibile iniziativa La Protezione Animali ha deciso di invitare gli enti pubblici coinvolti a fermarsi un attimo e riflettere sulle soluzioni incruente che da tempo propone sull’argomento; nello specifico suggerisce di allestire nel bosco, a ragionevole distanza da abitazioni e strade, un sito minimamente attrezzato dove permettere, a chi lo desidera, di portare cibo agli animali selvatici che, duramente colpiti dalle conseguenze degli incendi degli anni passati e dalla penuria di frutti selvatici causata dalla malattia del castagno (cinipede), comunque si spingerebbero verso la città alla ricerca di alimenti; i turisti dovranno quindi farsi una sana passeggiata di qualche centinaio di metri per raggiungere il sito, disporre il cibo ed attendere gli animali (cinghiali e daini) per fotografarli ed avvicinarli senza pericoli o controindicazioni.

Esiste da qualche mese un dialogo costruttivo tra l’ENPA e l’Assessorato all’Ambiente del Comune e si spera quindi che si mettano definitivamente via i fucili che, lo hanno capito tutti meno la Coldiretti, non sono la soluzione del problema dell’esubero della popolazione dei cinghiali ma la causa.

Tratto da: SavonaNews

Articoli simili:

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)