La lite ha coinvolto sabato notte circa quaranta persone. Alla fine sono intervenuti i carabinieri. Ricoverata all’ospedale di Bracciano un’attivista per una ferita alla testa

E’ scattata per un maialino usato come premio della festa di Cerveteri la maxirissa tra una trentina di animalisti e decine di abitanti avvenuta sabato sera nella piazza del paese e sedata poi dai carabinieri. Nell’episodio è rimasta ferita alla testa, colpita da un vassoio, un’attivista che è stata poi ricoverata in ospedale.
 GUARDA IL VIDEO
Secondo il Partito animalista europeo, gli attivisti erano impegnati in una manifestazione di protesta davanti al Circo di Montecarlo a Ladispoli, quando una chiamata alla segreteria del partito ha segnalato un cucciolo di maiale segregato a Cerveteri, poco lontano, messo in palio in un gioco. Alcuni militanti del Pae sono andati quindi sul posto, in piazza San Pietro, e hanno trovato l’animale chiuso in un recinto, senza acqua né cibo, circondato da 250 persone, con la musica a tutto volume. Alle rimostranze degli animalisti i presenti avrebbero risposto aggredendoli e nella colluttazione una giovane del Pae sarebbe stata colpita alla testa da un vassoio. La ragazza, incosciente, è stata soccorsa dal 118 e portata all’ospedale di Bracciano.

“Il Pae intende sporgere immediata denuncia alla Procura della Repubblica di Roma per accertate responsabilità civili e penali di tutti coloro che saranno ritenuti responsabili di quanto accaduto”, ha detto il coordinatore nazionale del Partito animalista europeo Enrico Rizzi. La denuncia riguarderà sia i maltrattamenti al maialino che l’aggressione ai militanti.

Tratto da: Repubblica.it

Articoli simili:

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)