La parola Austria, nonostante “includa” belle cittadine come Graz o Vienna, in primis riporta alla mente immagini a sfondo naturalistico: un patrimonio ben tutelato di cui i cacciatori (anche stranieri) possono godere in larga misura, grazie alla gestione attenta di quella società a capitale pubblico che sono le Foreste Federali Austriache… … di questo ci racconta Ettore Zanon, che spiega come accedere alla possibilità di cacciare in questi splendidi territori d’Oltralpe.

Sempre con un piede in terra straniera, questa volta nei Paesi Baltici, Zanon ci illustra le varie specie presenti, le problematiche gestionali, quali norme regolano la caccia in Lettonia, Lituania ed Estonia. Spostandosi a una latitudine decisamente più calda, nella città di Ronda, in Andalusia, Alessandro De Carli ci racconta dell’avventura spagnola, condotta insieme all’amico Oscar in cerca di macho montés. Proseguiamo quindi il nostro viaggio alla ricerca del picco massimo di temperatura in compagnia di Mario Gilli, spintosi in Africa con l’intento di dimostrarci che un viaggio nel Continente Nero è possibile… senza spendere grosse cifre di denaro.

Quanti decideranno, invece, di rimanere entro i patri confini troveranno interessante leggere la disamina di Ivano Confortini circa i tempi di prelievo del cervo nelle varie regioni italiane. Si preoccupa dei nostri cani invece Ezio Ferroglio, mettendoci al riparo dai possibili rischi legati alla “pseudo rabbia”, una malattia non preoccupante per l’uom,o ma letale per gli amici a quattro zampe. E a essere in pericolo, di questi tempi, racconta Franco Perco, parafrasando il Giulio Cesare di William Shakespeare, è anche la montagna, colpita da turismo e costruzioni selvagge operate sotto la (ipocrita) bandiera della valorizzazione.

Prima di affrontare la parte più tecnica, c’è ancora il tempo di leggere un appassionante racconto, firmato da Flavio Galizzi, ambientato sulle Alpi Orobie bergamasche all’inseguimento di una vecchia camozza, oltre a quello scritto da Fabrizio Davia, nato sulle corde di una passione viscerale per la caccia, la stessa che pervade l’animo di Silvia Radaelli, a caccia di calvi di cervo sull’Appenino Tosco-Emiliano. Infine, le considerazioni semiserie di Mauro Bordignon sulle sue esperienze con i Kipplauf in 257 Weatherby.

Antonio Evangelisti, dal fronte S.C.I. Italian Chapter, ci parla delle ultime iniziative e dei programmi di conservazione attuati dalla S.C.I. Foundation in Usa, Africa e Asia.

Armi, ottiche, calibri e cartucce: apre il “quartetto finale” Stefano Cioni con la prova della Howa 1500 Synthetic, mentre Danilo Liboi ci offre il resoconto del factory tour in Meopta, un’azienda così grande che pare una città… delle ottiche! Fulvio Tonin analizza il 308 Norma Magnum, un calibro tuttofare, mentre Danilo Vendrame conclude presentandoci la polivalente Winchester Supreme Accubond CT calibro 30/06.

Decisamente un numero ricco, da sfogliare… magari sotto l’ombrellone! Buona lettura, allora.

Articoli simili:

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)