Cacciare a Palla dicembre 2012, vi aspetta in edicola dal 17 novembre. In allegato il calendario 2013 by Roberto Bianchi

Il numero di dicembre di Cacciare a Palla si apre con la profonda e acuta riflessione di Fausto Bongiorni, presidente dell’Accademia di Sant’Uberto, sulla caccia, sulla portata etica, morale, passionale di questa pratica che, per quanto socialmente in grado di scatenare emozioni profondamente diverse, segna la storia delle nostre comunità e del nostro territorio.

Sempre in quest’ottica si pone anche l’editoriale di Danilo Liboi, che disegnando le travagliate vicende della caccia in Piemonte, sotto gli occhi di tutti in questi ultimi tempi, conclude con attente considerazioni sul futuro della caccia e sulle sinergie tra attività venatoria e politica, osservando in particolare le dinamiche che governano l’associazionismo di settore. Continuando a sfogliare le pagine della rivista, la parola passa a Stefano Assirelli che conclude il suo focus sulla gestione del capriolo in Toscana, evidenziandone luci e soprattutto ombre. Si passa poi dai leggiadri movimenti del folletto del bosco al grave incedere della bestia nera con l’articolo di Ivano Confortini, che presenta un quadro dei tempi di prelievo del cinghiale nelle diverse regioni d’Italia. Ettore Zanon prosegue con le sue considerazioni sulle caratteristiche che deve possedere uno zaino dedicato all’attività venatoria, questa volta descrivendo le sue modalità di utilizzo come appoggio per il tiro, mentre Paolo Molinari ci porta sulle orme dei grandi carnivori per presentarci le principali problematiche derivanti dal loro ritorno nel nostro Paese. Ma non finisce qui: voliamo in Germania con Ettore Zanon che offre uno spaccato della caccia a palla in questa importante realtà europea, per passare poi dall’Europa all’Africa con l’articolo di Alessandro Franco del S.C.I., che col suo racconto ci rende partecipi di un’emozionante battuta di caccia con l’arco nel continente nero; ed ancora dall’Africa al New Mexico con Mario Nobili, che descrive, non dimenticando dettagli tecnici insieme alle incredibili emozioni, una straordinaria battuta di caccia al mountain lion.

Armi, ottiche, calibri e cartucce: apre il “finale” Matteo Brogi con la prova della Ruger American Rifle in calibro 30/06 Springfield, segue la presentazione di Danilo Liboi delle cartucce Fiocchi provate sul campo e dei nuovi Spektive della serie “X” di Swarovski. Conclude il già ricco numero Fulvio Tonin con il testa a testa tra il 7 WSM e il 7 mm Remington SAUM!

Buona lettura!

Articoli simili:

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)