Attaccato da un cinghiale, lo uccide a bastonate. E’ accaduto verso le 17 in via delle Fabbriche, a Voltri. L’uomo, 55 anni, stava tornando a casa in macchina quando ha investito l’animale. Pensava che fosse morto, ma quando è sceso per andare a controllare, l’ungulato si è rialzato e lo ha caricato morsicandolo al polpaccio. L’uomo ha preso un bastone che aveva in macchina ed è riuscito ad abbatterlo.

I cinghiali sono ormai una vera e propria emergenza. Secondo il commissario della Provincia di Genova, Piero Fossati, è necessario abbattere 11.000 capi. Sono numerose le segnalazioni, nell’entroterra della città, di devastazioni provocate dai cinghiali a orti, vigneti, uliveti, terrazzamenti, ma anche sui versanti e sul corso dei piccoli rivi.

“Bisogna assolutamente – spiega Fossati – che il contingente dei capi abbattibili fissato per questa stagione in 11.000 sia pienamente raggiunto, aumentando, se il calendario venatorio regionale lo consente, il numero delle giornate settimanali in cui è possibile la caccia, finora solo mercoledì e domenica”.

La Provincia sta predisponendo, d’intesa con gli Atc, un provvedimento “che permetterà di recuperare le giornate di caccia al cinghiale perdute per il maltempo non più al lunedì, ma al sabato. Questo perchè – precisa Fossati – il recupero venatorio al sabato assicura una presenza maggiore di cinghialisti, molti dei quali invece al lunedì spesso non possono partecipare alle battute per impegni lavorativi. E il provvedimento, come l’aumento delle giornate venatorie settimanali per i cinghiali, ha lo scopo di assicurare il maggior numero di abbattimenti per ridurre e prevenire i disagi e i danni sul territorio.”

Tratto da: Repubblica

Articoli simili:

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)