Scippano il bottino ai cacciatori, sparito il cinghiale appena ucciso

E’ accaduto a Moggiona di Poppi in provincia di Arezzo. I ladri sono due casentinesi denunciati dai carabinieri: non si sono accorti, nella fuga, che l’animale lasciava una traccia di sangue

Hanno scippato il bottino ai cacciatori facendo sparire il cinghiale che era appena stato asbbattuto. Si ruba di tutto di questi tempi – la Coldiretti denunciava anche il furto nelle campagne di alberi di Natale -, ma certo il bottino di caccia non è una cosa frequente.
Eppure è successo, i ladri hanno portato via un cinghiale che era appena stato abbattuto in una foresta dell’aretino. Le doppiette cercavano la preda nei cespugli e non la trovavano. Poi hanno visto una scia di sangue e seguendola sono risaliti ai ladri.
Così due persone, di 33 e 36 anni, del Casentino saono stati denunciati dai carabinieri di Bibbiena.
E’ accaduto il 24 dicembre, a Moggiona di Poppi (Arezzo), i due si sono appropriati di un cinghiale abbattuto da poco da una squadra di cacciatori e lo hanno portato via in auto.
Però, nel portarlo via, i due hanno trascurato di pulire le tracce di sangue e così ben presto sono stati individuati dai carabinieri proprio seguendo le macchie lasciate sull’asfalto fino all’abitazione di uno dei due. Ritrovata anche l’auto utilizzata per il trasporto dell’animale.

Tratto da: ilcacciatore.com

Articoli simili:

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)