nutriaTREVISO – Cacciatori pronti a sparare in città come in campagna. Contro chi? Ma contro le nutrie, ovviamente. Il vice sindaco Giancarlo Gentilini prende ancora una volta in mano e scrive a tutti, da Monti in giù, sottolineando per l’ennesima volta i problemi creati da questi castoridi ormai sempre più presenti anche in città e chiedendo soluzioni drastiche.

Ne elenca i danni agli argini, la paura da parte di tutti gli abitanti che vivono lungo e fiumi e i fossati data la loro aggressività e punge le autorità. «Chiedo un provvedimento – proclama – che attesa la calamità provocata da questi roditori, autorizzi, senza remore e senza dare ascolto agli animalisti, i cacciatori a uccidere questi animali sia nelle campagne che nelle città. Io sono un alpino che durante il periodo di naia (1956) era pronto a imbracciare la carabina Winchester contro il nemico e pertanto credo che quello attuale rappresentato dal nutrie debba essere eliminato allo stesso modo». (P. Cal.)

Tratto da: Gazzettino.it

Articoli simili:

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)