I ricercatori hanno constatato la riduzione in un arco di tempo di 58 anni, dal 1950 al 2008

cervo-europeoLe dimensioni dei palchi, le strutture ossee dei cervidi (Cervidae) comunemente chiamate corna, della maggior parte delle specie di selvaggina Nord Americane in Usa si sono ridotte nel tempo, secondo un nuovo studio condotto da Kevin Monteith dell’Università del Wyoming.

palchi attuali utilizzati per la realizzazione di trofei e arredamenti sono meno grandi di quanto fossero in passato secondo la ricerca. Una riduzione nelle misure causata dalla incessante caccia che cattura i maschi prima che possano sviluppare a pieno i palchi.

I ricercatori hanno analizzato la dimensione dei palchi di venticinque categorie di selvaggina diffuse in Nord America, come cervi e alci. La riduzione delle dimensioni è stata calcolata in un periodo di 58 anni, dal 1950 al 2008. Le ’corna’ si sarebbero lievemente assottigliate e ridotte ma si tratta, secondo gli studiosi, ugualmente di un dato significativo: in media la riduzione si aggira intorno all’1,87 per cento.

Un numero che non lascia pensare all’incidenza di fattori genetici evolutisi nel tempo sulla trasformazione delle taglie dei palchi. I risultati dello studio pubblicato su “Wildlife Monographs” dimostrano, infatti, che a giocare un ruolo determinante è stata sinora la caccia che cattura i maschi giovani prima che possano invecchiare, impedendogli così di sviluppare palchi di grandezze maggiori.

Tratto da: La Stampa

Articoli simili:

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 5.0/10 (1 voto ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)
Le corna dei cervi si sono rimpicciolite, 5.0 out of 10 based on 1 rating