cop sdc dicembre 2013Riorganizzare la caccia alla piccola selvaggina stanziale, prendendo ad esempio il modello vincente della caccia di selezione e adottando uno schema di prelievo venatorio conservativo, consentirebbe di poter contare ogni anno su carnieri soddisfacenti realizzati a carico di animali realmente selvatici e non sulla banale fucilazione di sprovveduti polli allevati. E’ la sfida che lanciamo sul nuovo numero di Sentieri di Caccia e come fare ce lo spiega Roberto Mazzoni Della Stella.
In primo piano, come è ovvio che sia, la situazione critica della caccia in Liguria: Natale Francioso ne ha chiesto conto all’assessore regionale all’Ambiente e ai presidenti degli Atc di Genova e Savona per un’analisi approfondita della questione.
A dicembre è la beccaccia protagonista dei sogni dei cacciatori e a lei dedica un avvincente scritto Diego Baccarelli; sogno che continua sui monti dell’Altai alla scoperta di una caccia tanto affascinante quanto dura: quella con l’aquila ad animali da pelliccia.
Passando alle pagine dedicate ai nostri ausiliari, dopo aver spiegato come prevenire la paura dello sparo, Rossella Di Palma spiega come curarla; Zeffiro Gallo ci conduce in Germania per ripercorrere i momenti più significati che hanno caratterizzato l’ottantesima edizione dell’Hegewald, la più importante vetrina per i drahthaar, mentre Lorena Tosi analizza le conseguenze della bocciatura delle leggi regionali di Lombardia e Veneto sull’addestramento dei cuccioloni. Emanuele Nava, infine, ci disegna la situazione attuale della caccia alla lepre in Valle d’Aosta, non trascurando di sottolineare le principali scelte in tema di gestione faunistica e venatoria portate avanti in questa regione.
Per quanto riguarda le attrezzature, protagonisti i nuovi Benelli Vinci Speed Bolt, Cordoba, Super Sport e 760, oltre alle nuove Fiocchi (atossiche) Freccia Nera e N-EX-S dedicate alla caccia al cinghiale, del quale Ivano Confortini analizza i conflitti sociali che la sua presenza innesca tra i diversi soggetti a vario titolo interessati.
Ungulati, caccia di selezione e gestione del territorio sono i temi di un importante e partecipato convegno che si è svolto nelle Marche, che ha avuto come obiettivo quello di disegnare le nuove frontiere della caccia nelle regioni appenniniche.
Ecco un assaggio di quanto leggerete sul nuovo numero di Sentieri di Caccia. A tutti buona lettura.

Articoli simili:

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)