Danni

Ancora emergenza cinghiali e caprioli in Lunigiana. Coldiretti chiede abbattimenti straordinari

0

Cinghiale_gifColdiretti  dice che in 10 Comuni della Lunigiana è emergenza ungulati e chiede «abbattimenti straordinari per arrestare la furia di cinghiali e caprioli artefici di una serie interminabile di attacchi e devastazioni nelle ultime settimane complice anche il periodo “felice” per alcune coltivazioni come l’uva e particolari frutti».

Gli agricoltori segnalano decine di raid e Coldiretti ha inviato una lettera alla Provincia di Massa Carrara e all’Ambito territoriale di caccia 13 chiedendo che vengano attivati «tempestivamente gli interventi, così come previsto dall’ex articolo 37 della legge regionale 3/94 (altro…)

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)

«I cinghiali? Usiamoli per fare salami e prosciutti tipici»

0

LESSINIA. Proposta-choc dell’assessore regionale Manzato per eliminare gli animali selvatici. La specie è cacciabile ma vive in zona protetta: «E allora è meglio che abroghiamo i Parchi»

Lessinia. Prende posizione sul problema dei cinghiali l’assessore regionale ai parchi Franco Manzato e di fronte ai danni che subiscono i parchi veneti, in particolare quello della Lessinia e dei Colli Euganei, lancia la proposta di trasformare questo danno in risorsa, utilizzando la carne di cinghiale come prodotto tipico per farne prosciutti e salami. «La situazione è insostenibile ed esasperante: questi animali selvatici provocano danni ingenti alle cose, tra l’altro mettendo in ginocchio molte aziende agricole, e costituiscono un serio pericolo per le persone», esordisce Manzato. La specie è cacciabile e la legge prevede addirittura l’eradicazione, non essendo autoctona di questi territori, ma il confronto si è rivelato finora impari e comunque nei parchi è vietata ogni attività venatoria e le aree protette costituiscono per loro stessa (altro…)

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 10.0/10 (1 voto ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: +1 (da 1 voto)

Cinghiali, appello per l’abbattimento

0

SONDRIO – Troppi cinghiali, e troppi danni sul territorio. L’amministrazione provinciale dà così il via libera al loro abbattimento. Anzi, chiede una mano ai cacciatori di Valtellina e Valchiavenna per una vera e propria eliminazione totale dal territorio provinciale.

Il via libera alla caccia è arrivato ufficiale ieri: i cacciatori d’ungulati potranno, a partire dall’8 ottobre, abbattere ogni cinghiali che dovessero (altro…)

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)

TORINO: Danni causati da cinghiali e caprioli

0

Il consigliere regionale PD Mino Taricco ha rivolto un’interrogazione alla Giunta regionale sull’aumento dei danni causati dagli animali selvatici, in particolare cinghiali e caprioli. “Da tempo si susseguono le segnalazioni degli agricoltori piemontesi, in particolare del territorio della Val Bormida, che lamentano il proliferare incontrollato di fauna selvatica (soprattutto cinghiali e caprioli) e i correlati seri danni arrecati alle coltivazioni, alle persone e alle cose”, spiega Taricco. “Dal 1997 ad oggi l’importo dei danni è sensibilmente incrementato, passando dai circa 750 mila euro del 1997 agli oltre 2 milioni di (altro…)

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)

Chi paga i danni dei caprioli? Sentenza contro la Provincia

0

Chi deve pagare i danni provocati dalla selvaggina? Lo ha chiesto Stefano Gagliardi, capogruppo del PdL in Provincia: “La Provincia di Forlì-Cesena continua a rifiutarsi di risarcire spontaneamente i danni causati ai privati dalla selvaggina sottoposta a prelievo selettivo, costringendo le parti ad instaurare lunghi e costosi procedimenti giudiziali, che (altro…)

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)

Il parco giochi è senza neve: arrivano i cinghiali

0

Terreno “arato” e incetta di bacche da parte degli ungulati, attirati a valle dalla fame. Il sindaco: “Avvisata la Provincia, ora recinteremo l’area”

La denuncia arriva direttamente da un lettore di Brezzo di Bedero, piccolo centro del Luinese: “2.000 metri quadrati di parco devastato”. Il parco a cui fa riferimento Pietro Birtolo, tra l’altro presidente della Proloco, è il Castellaccio (Zona Pasquè – Bedero), area giochi attrezzata e frequentata da famiglie. Ma chi sono i responsabili di questa rovina? I cinghiali della zona. (altro…)

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)
Torna all'inizio