Piemonte

TORINO: Danni causati da cinghiali e caprioli

0

Il consigliere regionale PD Mino Taricco ha rivolto un’interrogazione alla Giunta regionale sull’aumento dei danni causati dagli animali selvatici, in particolare cinghiali e caprioli. “Da tempo si susseguono le segnalazioni degli agricoltori piemontesi, in particolare del territorio della Val Bormida, che lamentano il proliferare incontrollato di fauna selvatica (soprattutto cinghiali e caprioli) e i correlati seri danni arrecati alle coltivazioni, alle persone e alle cose”, spiega Taricco. “Dal 1997 ad oggi l’importo dei danni è sensibilmente incrementato, passando dai circa 750 mila euro del 1997 agli oltre 2 milioni di (altro…)

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)

Nelle Marittime i camosci e gli stambecchi portano gli orecchini

0

Università del Quèbec e della Svizzera studiano gli ungulati del Parco

Valdieri – Non è certo per vezzo che alcuni camosci e stambecchi del Parco delle Alpi Marittime portano orecchini dai colori vivaci. Della biologia e del comportamento di queste due specie diffuse e comuni sull’arco alpino ci sono ancora molti aspetti ignoti. Ed è per svelarli che sono stati attivati progetti di ricerca che prevedono la marcatura auricolare.
Il camoscio alpino, simbolo del Parco delle Marittime, è (altro…)

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)

Lacci e gabbia-trappola per cacciare caprioli e cinghiali

0

Nei guai un bracconiere di Priocca

Gli agenti guardiacaccia della Provincia, dopo alcuni appostamenti a Priocca, in località valle Biegio, hanno sorpreso e deferito all’autorità giudiziaria F. N. , 58 anni, per l’esercizio della caccia con mezzi non consentiti (lacci, gabbia-trappola). Il cacciatore di frodo utilizzava tali sistemi per la cattura di animali selvatici, in particolare caprioli e cinghiali in periodo di (altro…)

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)

Sacchetto, Speciale caccia 2012: ecco cosa cambia per i cacciatori

0
A poche settimane della nuova stagione di caccia in Piemonte, l’assessore regionale Claudio Sacchetto dirama una pubblicazione nella quale informa i cacciatori dei risultati finora ottenuti sul fronte venatorio, tra cui il decadimento del referendum abrogativo sulla caccia.
La brochure anticipa l’intenzione di dare vita a partire dal 2013 alla festa Regionale del cacciatore “per far toccare con mano ai cittadini la valenza dell’attività venatoria anche in Piemonte”.
Infine con uno schema dettagliato l’assessore informa che, abrogata la Legge Regionale 70/1996, resta in vigore la Legge Nazionale 157/92, la quale tra le altre cose, consente l’allargamento delle specie (altro…)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)

Caccia, il nuovo calendario dell’attività venatoria durerà due giorni in più

0

Archiviato il referendum, si potranno impugnare le doppiette dal 16 settembre Nel carniere più cinghiali.

Cancellato il referendum sulla caccia con l’abrogazione della legge regionale in vigore fino alla fine di maggio la giunta Cota ha approvato il nuovo calendario venatorio. In Piemonte si potranno impugnare le doppiette a partire dal 16 settembre fino alla fine di gennaio dell’anno prossimo. Rispetto all’anno scorso aumenta di due giorni il periodo di caccia e cresce il numero dei capi che si potranno abbattere.

La delibera, infatti, rimodella il carniere di caccia aumentando (altro…)

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)

«Cinghiali, un vero flagello Ora vogliamo sparare»

0

Gli agricoltori sul piede di guerra: «Distruggono tutto, guadagni azzerati» L’assessore provinciale Balagna: «Capisco, ma la richiesta è inaccettabile»

IVREA. Una battuta di caccia ai cinghiali e subito. Questo quanto chiedono gli agricoltori del territorio, arrabbiati per i danni che gli ungulati avrebbero procurato ai loro terreni.

«Non ne possiamo più – tuonano all’unisono – vogliamo avere l’autorizzazione a sparare noi ai cinghiali senza aspettare che lo facciano i cacciatori. Nella Provincia di Asti è così, perché qui no? Anche quella di Torino dovrebbe intervenire e fare (altro…)

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)
Torna all'inizio