Puglia

Troppi cinghiali nel Parco dell’Alta Murgia

2

Cinghiale_gifCon un piano di gestione elaborato dall’Ente Parco in collaborazione con il Dipartimento di Biologia dell’Universita degli Studi di Bari, i cinghiali saranno oggetto di riduzione numerica e di monitoraggio delle popolazioni. Un passo necessario dettato dalle criticità prodotte dall’immissione degli animali nel territorio effettuata dall’amministrazione provinciale di Bari tra il 2000 ed il 2002. Ora bisogna ricomporre gli squilibri ecologici determinati dalla stessa immissione. “Siamo qui per porre rimedio a un problema che non abbiamo determinato noi”, ha detto il presidente Veronico in un (altro…)

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 1.0/10 (1 voto ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)

Bari, salvati sette piccoli cinghiali caduti in un pozzo

0

Bari, 4 lug. (Adnkronos) – Ad Altamura (Bari), nel territorio del Parco nazionale dell’Alta Murgia, sono stati salvati sette piccoli cinghiali caduti in un pozzo. A scoprirli e’ stato un ciclista che ha visto il gruppo di animali attraversare la strada e successivamente ha sentito i grugniti degli stessi in difficolta’.

La segnalazione e’ stata fatta al Comando di Polizia municipale di Altamura che l’ha inoltrata all’Ente Parco dell’Alta Murgia. Sul posto, insieme ai tecnici del (altro…)

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)

«Non si affidano cani da caccia a cacciatori»

0

LECCE – Mai affidare un cane da caccia ad un cacciatore. Sebbene sembri un controsenso, è il principio a cui si affida l’associazione Nuova L.a.r.a, (Lega animali randagi abbandonati), che gestisce il canile sanitario comunale di Lecce. A scoprirlo a sue spese, è stato nei giorni scorsi un cacciatore leccese che era andato al canile per adottare un pointer inglese, razza canina utilizzata in ambito venatorio. I volontari della (altro…)

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)

«Aiuto» cinghiale in città poi allontanato dall’opera di un cacciatore

0

BARLETTA – «Aiuto c’è un cinghiale sotto casa». L’insolita telefonata, giunta alla sala operativa dei carabinieri, la scorsa notte ha allertato non poco i militari di una «gazzella» che, giunti in via Palmitessa (nella zona «167« di Barletta), si sono trovati dinanzi un grosso esemplare di cinghiale femmina di oltre venti chilogrammi di peso. Che fare? Usare la forza per allontanarlo o cercare di «convincere» il grosso mammifero ad uscire dalla città? Le armi, comunque, si è preferito non utilizzarle per evitare di far del male all’animale e scongiurare altri incidenti. D’altra parte il cinghiale vagava per le vie del centro cittadino (via (altro…)

VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0.0/10 (0 voti ottenuti)
VN:F [1.9.22_1171]
Voto: 0 (da 0 voti)
Torna all'inizio